Microsoft blog event

Lunedì scorso si è tenuto il blog event organizzato da Microsoft presso la sede di Segrate. Accoglienza ottima così come l’organizzazione.

L’evento è stato introdotto da un intervento dell’amministratore delegato di Microsoft Italia, Pietro Scott Jovane, il quale ha delineato molto sommariamente l’attività compiuta dall’azienda nell’ultimo anno di attività. Le tematiche con le quali la Microsoft ha dovuto cimentarsi sono state molte, sia sul piano del marketing sia su quello puramente tecnico e tecnologico.

Al termine di questa breve ma chiara esposizione sono state illustrate alcune novità, tra cui spicca quella di Windows 7 che verrà alla luce privo di Internet Explorer. Difatti, la Microsoft – alla luce delle accuse di concorrenza sleale – ha deciso di vendere il futuro Windows 7 privo del browser Explorer. Ciò avrà delle conseguenze sul piano operativo: infatti, chi deciderà di aggiornare il proprio sistema, non potrà beneficiare – come in passato – dell’upgrade automatico, poiché sarà necessario installare Windows 7 ex novo. Alla Microsoft spiegavano che si tratta di una conseguenza tecnica connessa, poiché da questa versione di Windows il browser non sarà più parte integrante del sistema operativo. L’utente sarà libero in questo modo di utilizzare il browser che vorrà. Questa situazione potrebbe lasciare spazio ai commenti di qualche maldicente secondo cui il produttore del SO non ha voluto assumere responsabilità in ordine agli aspetti di privacy connessi con l’accesso alla rete Internet. Bene, Pietro Scott Jovane ha adeguatamente chiarito che la soluzione di escludere Explorer dal Windows 7 costituisce una scelta responsabile finalizzata ad attendere la definizione delle vicende UE.

La piacevole conversazione ha toccato altri punti quali il mercato dei netbook e quello delle consolle e del mobile.

La Microsoft ha registrato una evoluzione nel settore delle consolle con la Xbox rispetto alla concorrenza, collocandosi in una buona posizione nel mercato, anche alla luce delle potenzialità del device che permette di acquistare film che saranno scaricati in locale.

Hanno fatto seguito dei workshop per illustrare le novità in casa Microsoft, tra cui il nuovo motore di ricerca Bing.

Complessivamente si è trattata di una esperienza sicuramente positiva anche per le conoscenze fatte in loco.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.